Nord Corea: "Usa hanno dichiarato guerra. Abbatteremo loro aerei"
Lo ha detto il ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong Ho, dopo le dichiarazioni di Donald Trump alle Nazioni Unite

"Dato che gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra al nostro Paese, avremo ogni diritto di prendere delle contromisure, incluso il diritto di abbattere i bombardieri speciali americani anche quando non sono nel nostro spazio aereo". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri nordcoreano, Ri Yong Ho, parlando ai giornalisti a New York. Ri, che ha parlato prima di lasciare New York dove è stato per l'Assemblea generale Onu, ha aggiunto: "Alla luce delle dichiarazione di guerra di Trump, tutte le opzioni saranno sul tavolo operativo della leadership suprema" nordcoreana. Sabato, Ri aveva dichiarato all'Assemblea che prendere di mira il territorio statunitense con i suoi razzi è inevitabile, dopo che il presidente americano ha definito il leader di Pyongyang "rocket man" (uomo dei razzi) in missione suicida.

La presa di posizione nordcoreana arriva dopo che ieri il presidente Usa Donald Trump aveva minacciato su Twitter il leader nordcoreano Kim Jong-Un e il suo ministro degli Esteri dicendo che se continuano così "non resteranno in circolazione ancora a lungo". Dalla Cina arriva un appello alla moderazione per tutte le parti in causa. È quanto ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Lu Kang,

La risposta del Pentagono - "Se la Corea del Nord non fermerà le sue azioni provocatorie, ci assicureremo di fornire le opzioni al presidente per gestire" il Paese. Lo ha dichiarato il portavoce del Pentagono, il colonnello Robert Manning.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata