Nord Corea, Tillerson: Usa non cerca cambio regime
Il senatore repubblicano Lindsey Graham aveva detto che il presidente Trump sarebbe pronto a dichiarare guerra alla Corea

Non cerchiamo un cambio di regime, non cerchiamo un crollo del regime, non cerchiamo una riunificazione accelerata della penisola". Così il segretario di Stato americano Rex Tillerson a proposito della Nord Corea. "Noi non siamo il vostro nemico", ha aggiunto Tillerson, "ma state presentando una minaccia inaccettabile per noi e dobbiamo rispondere. E speriamo che a un certo punto cominceranno a capirlo e vorremmo sederci e dialogare con loro". 

Le dichiarazioni del segretario arrivano per smentire il senatore repubblicano Lindsey Graham che halla Nbc aveva detto: "Il presidente Usa Donald Trump è pronto a dichiarare la guerra e distruggere la Corea del Nord", riferendo di un colloquio avuto con il presidente. "Trump è pronto a dichiarare guerra alla Corea del Nord come Pyongyang ha ripetutamente promesso di fare con gli Stati Uniti, piuttosto che consentire al dittatore Kim Jong-un di sviluppare un missile balistico intercontinentale (Icbm) dotato di testata atomica in grado di colpire l'America".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata