Nord Corea insiste sul nucleare: "È questione di vita o di morte"
Il direttore generale del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri: "Risponderemo al fuoco con il fuoco"

La Corea del Nord non ha in programma di tenere colloqui con gli Usa sul suo programma nucleare perché per Pyongynang possedere armi nucleari è una questione di vita o di morte. È quanto ha detto Choe Son-hui, direttore generale del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri della Corea del Nord, parlando a una conferenza sulla non proliferazione a Mosca, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa russa Ria. "Per noi è una questione di vita o di morte. La situazione attuale rafforza la nostra convinzione che abbiamo bisogno di armi nucleari per respingere un potenziale attacco", ha detto Choe Son-hui. E ha concluso: "Risponderemo al fuoco con il fuoco". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata