Nizza, Hollande: 50 feriti lottano tra la vita e la morte
Il presidente: "Evitare che eventuali complici minaccino popolazione"

 "Con il primo ministro, il ministro degli Interni e i politici che ci hanno accompagnato in queste prime ore abbiamo voluto occuparci dell'organizazione e di quello che dobbiamo fare per assicurare la sicurezza ed evitare che eventuali complici possano minacciare la popolazione". Così il presidente francese François Hollande in conferenza stampa a Nizza dopo l'attentato di ieri sera sulla Promenade des Anglais. In questo momento sappiamo che 84 persone sono morte e una cinquantina di feriti si trovano ancora tra la vita e la morte in emergenza assoluta".
 

 Fra le vittime dell'attentato di ieri sera a Nizza ci sono "francesi e anche molti stranieri da tutti i continenti e molti bambini piccoli" ha aggiunto Hollande. "Perchè è stata colpita Nizza? Perchè è una delle più belle città del mondo. Perchè il 14 luglio? Perchè è la festa della libertà e significa colpire tutta la Francia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata