Nissan, dati su emissione falsificati
Nissan ha ammesso di aver falsificato i test di emissioni dei gas di scarico della maggior parte delle sue fabbriche giapponesi. Pur senza rivelare per ora il numero di automobili coinvolte, l’azienda automobilistica nipponica ha dichiarato che i rapporti di ispezione erano “basati su valori di misurazione alterati”, aggiungendo che ci sarà un’inchiesta completa e approfondita e che saranno adottate misure appropriate per impedire nuovi casi. L'ammissione arriva al termine di un'indagine interna avviata dall'azienda per chiarire un precedente scandalo relativo alle ispezioni della autovetture da parte di personale non qualificato