Nigeria, strage di Boko Haram: 65 morti, bimbi bruciati vivi
Decini i bambini che sono morti arsi dopo un attacco in un villaggio vicino a Maiduguri

 Ennesimo attacco di Boko Haram in un villaggio a pochi chilometri da Maiduguri, in Nigeria. Almeno 65 persone sono rimaste uccise quando i militanti hanno aperto il fuoco e incendiato il villaggio di Dalori. Lo riportano i media locali e un giornalista di Reuters che ha visto i corpi trasportati all'ospedale. Secondo alcuni giornali, tra le vittime vi sarebbero anche decine di bambini, bruciati vivi. Un portavoce dell'esercito nigeriano, il colonnello Mustapha Ankas, ha riferito che i militanti di Boko Haram sono entrati a Dalori a bordo di due auto e di motociclette. "Mentre le persone scappavano, tre attentatrici suicide hanno tentato di farsi largo tra la folla e si sono quindi fatte esplodere", ha aggiunto. Intanto, due altri presunti attentati suicidi coordinati sono stati condotti vicino al lago Chad, uccidendo almeno tre persone, hanno riferito fonti della sicurezza locale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata