Nigeria, emiro di Kano guida preghiere dopo attacchi di Boko Haram

Kano (Nigeria), 23 gen. (LaPresse/AP) - L'emiro di Kano, in Nigeria, ha guidato una preghiera organizzata dopo gli attentati della setta radicale Boko Haram di venerdì scorso, in cui hanno perso la vita almeno 150 persone. I religiosi locali hanno pregato perché Dio fermi gli attacchi del gruppo, il cui nome significa 'l'educazione occidentale è un sacrilegio'. L'emiro ha parlato solo per un minuto, con una voce tanto debole che i fedeli radunatisi nella moschea non riuscivano a sentirlo.

Alle preghiere ha partecipato anche il governatore dello Stato di Kano, Rabiu Kwankwaso. "Chiedo a tutte le persone di tutti i gruppi di pregare per questo posto", ha detto l'81enne emiro Ado Bayero prima di lasciare la moschea indossando occhiali da sole e appoggiandosi su un bastone. Gli emirati, che risalgono all'inizio dell'800, erano usati dai colonialisti britannici per governare il Paese fino all'indipendenza nel 1960. Gli emiri rimangono leader spirituali per la comunità musulmana locale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata