Nicaragua, in salvo 22 operai intrappolati in miniera d'oro

Bonanza (Nicaragua), 30 ago. (LaPresse/AP) - Sono stati tratti in salvo 22 dei 26 operai intrappolati in una miniera d'oro El Comal nella città di Bonanza, in Nicaragua. Le squadre di soccorso stanno lavorando per liberare anche gli altri rimasti sotto le macerie dopo la frana causata dalle piogge dei giorni scorsi.

Uno degli operai, Marvin Urbina, non appena uscito dalla miniera, ha raccontato di aver visto una valanga di fango e roccia venire incontro a lui e ai suoi compagni mentre stavano lavorando. Loro si sono attaccati alle pareti della miniera, ma almeno quattro operai sono stati schiacciati da fango e rocce.

Il viceministro degli Interni Carlos Najjar ha riferito che i minatori tratti in salvo sono disidratati ma stanno bene e stanno uscendo dalla miniera sulle proprie gambe, in attesa di essere trasferiti in ospedale nella città di Bonanza. I minatori non sono dipendenti della Hemco, società colombiana che gestisce la miniera, ma liberi professionisti che lavorano nel sito sotto concessione dell'azienda.

La società riferisce di aver avvertito i minatori del pericolo di lavorare nella zona di El Comal, soprattutto dopo la morte di due minatori a causa di un crollo causato dalle piogge dello scorso mese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata