New York, attentato sventato a Port Authority: sospetto incriminato per terrorismo
In Bangladesh è stata interrogata la moglie

Akayed Ullah, l'uomo sospettato di aver fatto esplodere un ordigno artigianale ieri a New York, è stato incriminato per possesso illegale di arma, sostegno ad atto di terrorismo, minaccia terroristica. Lo ha fatto sapere la polizia lòcale, sul suo profilo Twitter. Nell'esplosione dell'ordigno che portava sul corpo sono rimasti feriti lui e altre tre persone.

L'uomo è sposato da due anni e ha un figlio di sei mesi. La donna è stata interrogata dalla polizia del Bangladesh, dove il 27enne non aveva precedenti penali in Bangladesh. L'ultima visita a Dacca risale allo scorso settembre: l'uomo, che possiede la Green card, vive da diversi anni a Brooklyn, insieme alla madre, una sorella e due fratelli

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata