Nepal, da India 250 mln dollari per ricostruzione aree terremotate
Primo incontro fra il premier nepalese Oli e Modi dopo mesi di embargo

L'India presterà al Nepal 250 milioni di dollari per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto. La decisione è frutto dell'incontro avvenuto a Nuova Delhi fra il primo ministro nepalese Khadga Prasad Sharma Oli e il suo omologo Narendra Modi. "Il terremoto ha colpito il Nepal, ma il suo dolore è stato sentito da ogni indiano", ha detto Modi. Il premier nepalese si è recato a Nuova Delhi per una visita di Stato di sei giorni, dopo la fine del blocco di carburanti e viveri durato 5 mesi e attuato dall'India nei confronti di Kathmandu e che stava mettendo in ginocchio la popolazione del Nepal.

Oli, accompagnato dalla moglie Radhika Shakya, è stato ricevuto con  tanto di tappeto rosso e della guardia d'onore alla Rastrapati Bhawan, residenza ufficiale del presidente dell'India, e qui ha incontrato Modi. Le relazioni fra i due Paesi vicini erano deteriorate dopo che l'India aveva chiesto al Nepal di modificare la propria Costituzione per dare ascolto alle rimostranze di minoranze come i Madhesi. Il Nepal aveva appena approvato la prima Costituzione democratica e alcune minoranze avevano scatenato feroci proteste. Lo scopo della visita di Stato è quello di ristabilire relazioni pacifiche e chiarire "tutte le incomprensioni sorte negli ultimi mesi", ha spiegato Oli.
 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata