Nave Open Arms andrà in Spagna: Natale in mare. Sbarcati mamma e neonato
Nave Open Arms andrà in Spagna: Natale in mare. Sbarcati mamma e neonato

Dopo il no di Malta e dell'Italia, l'imbarcazione con 300 migranti a bordo si dirige verso Algeciras. L'ong iberica a Salvini: "I tuoi discendenti si vergogneranno di te". Il bimbo di due giorni e la madre sono stati evacuati con un elicottero maltese

Passeranno il Natale in mare, navigando verso la Spagna, gli oltre 300 migranti a bordo della nave Open Arms, dopo il no di Malta e Italia allo sbarco. Il governo di Madrid ha spiegato che la guardia costiera spagnola, "a causa del rifiuto o della mancanza di risposta dei porti più vicini, ha autorizzato lo spostamento della nave in acque territoriali spagnole". La portavoce di Proactiva Open Arms, Laura Lanuza, ha detto ad AFP che la nave si sta dirigendo verso Algeciras, vicino Gibilterra, e precisa che il tempo del viaggio dipenderà dalle condizioni meteorologiche ma ci vorranno "cinque o sei giorni".

Intanto l'imbarcazione Astral della ong è partita da Badalona, vicino Barcellona, per portare ai migranti sulla Open Arms rifornimenti di cibo. Secondo quanto afferma il governo spagnolo, Libia, Francia e Tunisia non hanno risposto a una richiesta della ong di far sbarcare le 311 persone a bordo, dopo che il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva chiarito che i porti dell'Italia sono chiusi. 

"È un'emergenza di Natale", aveva scritto Proactiva Open Arms, suscitando la dura replica del vicepremier leghista: "La mia risposta è chiara: i porti italiani sono chiusi! Per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta, la pacchia è finita". Una risposta che ha indignato Oscar Camps, il fondatore della ong spagnola: "Matteo Salvini, la tua retorica e il tuo messaggio, come tutto in questa vita finirà. Però sappi che tra qualche decennio i tuoi discendenti si vergogneranno di ciò che fai e che dici".

A bordo dell'imbarcazione c'erano anche Salí e Sam, madre e figlio neonato, che sono poi stati evacuati con un elicottero della Guardia costiera di Malta. Il piccolo, come ha riferito una fonte al giornale maltese Times of Malta, è in condizioni "stabili". Le forze armate maltesi hanno comunicato che il bimbo ha due giorni e la madre 23 anni. Il neonato aveva bisogno di assistenza medic": prima il bambino e la madre sono arrivati in elicottero nella Air Wing Base e poi sono stati portati in ambulanza al Mater Dei Hospital. L'evacuazione è avvenuta 57 miglia nautiche a sud di Malta. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata