Mosca: "Prove del coinvolgimento della Gran Bretagna nell'attacco siriano"
"Abbiamo le prove di un coinvolgimento diretto della Gran Bretagna nell'organizzazione della "provocazione" del presunto attacco chimico nel Ghouta". A dichiararlo è stato il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov. "Questo è un altro evento inscenato dai servizi segreti - continua Lavrov - per portare avanti la campagna russofoba". Nel frattempo, dopo il colloquio telefonico tra Putin e Macron, il Cremlino fa sapere di aver messo in guardia la Francia da "qualsiasi atto compulsivo" che potrebbe avere "conseguenze imprevedibili". Pronto, intanto, un altro vertice del consiglio di Sicurezza Onu.