Mosca blocca import alimentare e va verso stop voli aerei occidentali

Mosca (Russia), 7 ago. (LaPresse/AP) - La Russia vieta le importazioni di carne, pesce, latte e frutta provenienti da Stati Uniti, Unione europea, Australia, Canada e Norvegia. Sta cominciando a uscire la lista dei Paesi da cui ieri il presidente russo Vladim Putin ha dato mandato al governo di vietare le importazioni di prodotti agricoli, come risposta alle sanzioni imposte da Usa e Unione a Mosca per il conflitto in Ucraina.

Il primo ministro russo Dmistry Medvedevrimo ministro russo Dmitry Medvedev ha fatto sapere che il divieto di importazioni è totale e vale per un anno.

La decisione arriva i risposta all'ultimo round di sanzioni contro la Russia imposte dall'Unione europea che per la prima volta toccano interi settori dell'economia russa.

La Russia dipende in larga misura dai prodotti alimentari importati soprattutto dall'occidente. Le importazioni dagli Stati Uniti ammontano a circa un miliardo di dollari l'anno negli ultimi anni e nel 2013 le esportazioni agricole dell'Unione europea sono pari a 11,8 miliardi di dollari. I limiti sono stati imposti "con l'obiettivo di garantire la sicurezza della Federazione russa".

VERSO STOP VOLI AEREI. Inoltre, in risposta alle sanzioni imposte alla Russia da Usa e Ue Mosca sta pensando di vietare ai velivoli occidentali provenienti o diretti verso l'Asia di volare sopra i cieli russi. Sempre il primo ministro ha spiegato che la mossa potrebbe così far lievitare i costi per le compagnie occidentali aumentando anche i tempi di percorrenza. La decisione non è ancora stata presa. La Russia può introdurre restrizioni in materia di importazioni di aerei, navi militari e auto, ma Medvedev ha aggiunto che il governo sta valutando il proprio potenziale produttivo.


USA. Per gli Stati Uniti la decisione russa di vietare le importazioni agricole provenienti dagli Usa e dall'Unione europea nopn farà che approfonidire l'isolamento di Mosca dalla comunità internazionale. Rappresaglie contro le aziende occidentali o i paesi che hanno votato le sanzioni causeranno ulteriori danni all'economia russa.

GLI EFFETTI. La banca centrale della Russia ha detto che vietare l'importazione degli alimenti farebbe aumentare l'inflazione e erodere il potere d'acquisto dei cittadini russi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata