Morte Kim, la Nord Corea alza il tiro: i malesi non possono uscire
Lo stop fino a quando la sicurezza dei diplomatici e cittadini nordcoreani in Malesia non sarà "pienamente garantita"

La Corea del Nord ha imposto il divieto di lasciare il Paese a tutti i cittadini malesi, fino a quando la sicurezza dei diplomatici e cittadini nordcoreani in Malesia non sarà "pienamente garantita". Ad annunciarlo è l'agenzia di stampa Kcna. L'avviso è stato emanato dal ministero degli Esteri di Pyongyang, che ha informato della decisione l'ambasciata malese.

LEGGI ANCHE  Trump: Impegno Usa contro grave minaccia test missilistici da Pyongyang

I cittadini malesi "potranno lavorare e vivere normalmente nelle stesse condizioni e circostanze come prima", hanno fatto sapere le autorità, aggiungendo che la misura resterà attiva fino a quando il caso dell'omicidio di Kim Jong-nam, fratellastro del leader Kim Jong-un morto il 13 febbraio all'aeroporto di Kuala Lumpur, non sarà risolto "in modo adeguato".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata