Morte Floyd, agente incriminato libero su cauzione
Morte Floyd, agente incriminato libero su cauzione

Derek Chauvin lascia il carcere dopo aver pagato un milione di dollari. Proteste a Minneapolis

E' libero su cauzione, dietro il pagamento di un milione di dollari, il poliziotto incriminato per la morte di George Floyd. L'omicidio dell'afroamericano a Minneapolis ha scatenato un'ondata di proteste in tutti gli Stati Uniti e anche all'estero. Derek Chauvin era detenuto in isolamento dallo scorso 31 maggio in un carcere di massima sicurezza nel Minnesota. La notizia della sua scarcerazione ha provocato nuove proteste, con  centinaia di manifestanti scesi per le strade di Minneapolis.

Non è ancora chiaro dove l'agente abbia trovato i soldi. La Minnesota Police and Peace Officers Association, che ha un fondo per la difesa legale, ha detto di non aver dato denaro per la cauzione. Chauvin aveva la possibilità di pagare una cauzione di 1,25 milioni senza condizioni o di 1 milione con condizioni. L'agente, che ha pagato 1 mln, dovrà quindi presenziare a tutte le udienze in tribunale, non potrà avere alcun contatto diretto o indiretto, incluso quello sui social media, con alcun membro della famiglia Floyd, non potrà lavorare nelle forze dell'ordine o nella sicurezza e non dovrà possedere munizioni per armi da fuoco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata