Morta Zaha Hadid, l'architetto del London Aquatics Centre
L'archistar aveva 65 anni. Fu la prima donna a ricevere nel 2004 il prestigioso premio Pritzker

L'architetto Zaha Hadid è morta a Miami a 65 anni per un attacco di cuore. A diffondere la notizia della scomparsa è stato il suo studio londinese, Zaha Hadid Architects. Irachena-britannica, fu lei a progettare il London Aquatics Centre usato nelle Olimpiadi di Londra del 2012 e nel 2004 fu la prima donna a ricevere il premio Pritzker, il più prestigioso per l'architettura.

Suoi anche, fra i tanti in tutto il mondo, i progetti del museo MAXXI di Roma e del Heydar Aliyev Centre di Baku. Nata nel 1950 a Baghdad, aveva studiato matematica alla American University di Beirut prima di cominciare il suo viaggio nell'architettura nel 1972, alla Architectural Association di Londra, dove si era laureata nel 1977. Nel 1979 aveva già stabilito il suo studio a Londra, Zaha Hadid Architects, guadagnandosi fama globale con lavori da Hong Kong a Berlino, fino alla Cardiff Bay Opera House in Galles.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata