Monaco, killer ammirava Hitler e si sentiva 'ariano'
Ali Sonboly era orgoglioso di essere nato nello stesso giorno del dittatore

L'autore della sparatoria di Monaco era orgoglioso di essere nato nello stesso giorno di Adolf Hitler e si vantava del suo status di ariano come cittadino con doppia nazionalità, tedesca e iraniana. Lo riporta il quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung citando fonti delle forze di sicurezza.

LEGGI ANCHE Monaco, il killer era vittima di bullismo e fan di Breivik

Secondo il quotidiano, il 18enne Ali David Sonboly, aveva l'obiettivo di uccidere quante più persone possibile (sono stati trovati circa 300 proiettili) e aveva scelto proprio il 22 luglio per l'attacco in occasione del quinto anniversario della strage del norvegese Anders Behring Breivik.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata