Migranti, Vienna: Possibili controlli su treni italiani. Stimiamo 1mln profughi da Libia
Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno austriaco Sobotka dopo il vertice a Roma con Alfano contrario a controlli in Italia

 "Secondo le nostre stime, Ci sono tra le 200mila e 1 milione di persone pronte a lasciare la Libia". Lo ha detto il ministro dell'Interno dell'Austria, Wolfang Sobotka, durante una conferenza stampa stasera all'ambasciata austriaca a Roma, sottolineando che a causa di queste stime "potrebbero essere necessari più controlli al Brennero". Le dichiarazioni sono successive al bilaterale con il ministro degli Interni Angelino Alfano che ha ribadito di essere "contrario ai controlli della polizia austriaca sul nostro territorio".

NO MURO, SOLO CONTROLLI. "Non ci sarà nessun muro, come è stato tradotto erroneamente, non sarà una barriera", ha detto Sobotka. Il ministro ha sottolineato che "se, e solo se, sarà necessario, faremo più controlli rallentando il traffico" in entrata dall'Italia all'Austria.

SU TRENI ITALIANI. "Una volta che sarà ratificato, il nuovo accordo di polizia (tra Italia e Austria ndr), potremmo fare dei controlli in comune: già ora ci sono delle pattuglie trilaterali tra Austria, Italia e Germania". Sobotka ha così risposto a una domanda sulla possibilità che la polizia di Vienna controlli i passeggeri dei treni in entrata dall'Austria all'Italia.

CALMARE EMOZIONI. "Sono ministro dell'Interno da una sola settimana, ci tenevo a venire subito in Italia ( ...), anche per calmare le emozioni". Lo ha detto il ministro dell'Interno dell'Austria, Wolfang Sobotka, durante una conferenza stampa stasera all'ambasciata austriaca a Roma.

CONFERENZE SEPARATE. Perché non c'è stata una conferenza stampa congiunta tra il ministro dell'Interno Angelino Alfano e il collega Wolfang Sobotka dell'Austria.
"Non ho problemi al riguardo - risponde lo stesso Sobotka - l'avrei fatto volentieri, abbiamo anche preparato un comunicato stampa congiunto". Il ministro dell'Interno dell'Austria ha organizzato una conferenza stampa stasera all'ambasciata austriaca a Roma, mentre Alfano (con il quale Sobotka si è intrattenuto a lungo al Viminale) ha organizzato un'altra conferenza stampa, al ministero.

RISPETTO DI GINEVRA. L'Austria rispetta la convenzione di Ginevra e ha appena varato una legge sull'asilo. Rispettiamo il diritto europeo e ci auguriamo che gli altri facciano lo stesso, vogliamo la solidarietà di tutti". Così Wolfang Sobotka, in risposta alle dichiarazioni del premier Matteo Renzi.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata