Migranti, Tsipras: Restrizioni su rotta Balcani rovinano Ue
Il premier greco ha accusato l'Austria e i Paesi balcanici di "rovinare l'Europa" imponendo restrizioni ai confini

Il premier greco Alexis Tsipras ha accusato l'Austria e i Paesi balcanici di "rovinare l'Europa" imponendo restrizioni ai confini per rallentare il flusso di migranti che dalla Grecia si dirigono verso nord. "Quello che questi Paesi hanno concordato e deciso va contro tutte le regole e contro l'intera Europa e lo consideriamo ostile", ha detto Tsipras in un'intervista alla Bild, che sarà pubblicata domani. "Questi Paesi stanno rovinando l'Europa", ha affermato.

Tsipras chiede ai partner Ue di respingere misure unilaterali nel summit che si terrà a Bruxelles lunedì, in cui si discuterà dei progressi sulla protezione dei confini esterni dell'Unione e di aiutare la Grecia a gestire il flusso di migranti che arrivano dalla Turchia. La Grecia si è adirata con l'Austria dopo che Vienna ha invitato Atene a un meeting dei leader dei Paesi dei Balcani sui migranti. Circa 30mila migranti sono ora bloccati in Grecia, in attesa che la Macedonia riapra i suoi confini.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata