Migranti, polizia smantella campo a nord di Parigi con 1300 persone
Le condizioni igienico-sanitarie erano molto degradate

La polizia francese ha smantellato l'accampamento con circa 1.300 migranti, principalmente afghani, sudanesi, somali ed eritrei, sorto a Jardins d'Éole, a nord di Parigi. I poliziotti sarebbero arrivati sul posto poco dopo le 7 e hanno portato via i migranti a bordo di pullman, trasportandoli in centri di accoglienza. Da quanto riferisce Liberation, si tratta dell'operazione numero 23 di questo tipo a Parigi dal giugno 2015. Questo accampamento, dove le condizioni igienico-sanitarie sono molto degradate, era già stato smantellato. Il 31 maggio la sindaca della capitale francese, Anne Hidalgo, ha annunciato l'imminente apertura a Parigi di un "accampamento umanitario" per i rifugiati, allestito secondo le norme dell'Onu, per affrontare la crisi migratoria in corso. Un centro che dovrebbe ispirarsi a quello di Grande-Synthe, costruito a marzo da Medici senza frontiere vicino a Dunkerque, nei pressi della frontiera con il Belgio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata