Migranti, nave Alan Kurdi: "Non li riporteremo in Libia"

La nave Alan Kurdi respinge l'offerta di Tripoli di riportare in Libia i 40 migranti che ha a bordo. "Non è un porto sicuro", spiega la Ong tedesca sea Eye che ha ricevuto la notifica del divieto di ingresso in acque italiane firmato dai ministri Salvini, Toninelli e Trenta così come previsto dal decreto sicurezza bis. Tutti sbarcati, intanto, i 116 migranti dalla nave della guardia costiera Gregoretti che da domenica era ferma nel porto di Augusta, in Sicilia. Il via libera del Viminale dopo che 5 Paesi europei hanno deciso di accogliere i profughi. 50 di loro saranno assistiti dal Vaticano.