Migranti, naufragi in mar Egeo: recuperati due corpi vicino Lesbo e Chio

Atene (Grecia), 26 ott. (LaPresse/EFE) - Un uomo e una donna sono morti in due naufragi al largo del mar Egeo, a pochi chilometri dalla Turchia. Lo ha riferito la Guardia Costiera greca, spiegando di aver recuperato il corpo di un ragazzo di 20 anni vicino all'isola di Lesbo. Il giovane si trovava a bordo di un barcone che è affondato, insieme ad altre 42 persone. I superstiti sono stati trasportati dalla Guardia costiera a Mitilene, la capitale dell'isola.

Poche ore dopo, il corpo di una donna di circa 21 anni è stato recuperato vicino alle coste dell'isola di Chio. Secondo le testimonianze di alcuni dei 35 sopravvissuti, la ragazza è caduta in mare durante la traversata.

Dall'inizio dell'anno il numero dei rifugiati che sono entrati in Grecia ha raggiunto il record di 502,500 persone, secondo i dati forniti dall'Unhcr, l'Alto commissariato Onu per i rifugiati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata