Migranti, il pianto disperato dei bimbi separati dalle famiglie al confine tra Messico e Usa
In un audio ottenuto dal Servizio di protezione delle frontiere le conseguenze della politica tolleranza zero di Trump

Pianti disperati di bambini separati dalle loro famiglie, tra gli sbeffeggiamenti degli agenti della frontiera statunitensi. È il contenuto dell'audio, ottenuto grazie a una fonte interna del Servizio doganale e di protezione delle frontiere degli Stati Uniti dall’avvocata per i diritti umani Jennifer Harbury e pubblicato dall'associazione no-profit ProPublica, in cui si sentono i bimbi cercare mamma e papà, mentre gli agenti ridono: "Abbiamo un'orchestra, qui".

La separazione dei minori dalle famiglie migranti al confine tra Messico e Stati Uniti è al centro di un grande dibattito politico in questi giorni. La politica a tolleranza zero del presidente americano Donald Trump è stata criticata fortemente dall'Onu e dalla comunità internazionale, nonché dalla stessa First Lady Melania che ha lanciato un appello per una riforma bipartisan. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata