Migranti, Frontex: Numero arrivi in Italia superiore a Grecia
Nelle isole greche l'afflusso è calato del 90%. Soccorsi 800 profughi arrivati dall'Egitto: 342 sbarcati ad Augusta

Il numero di migranti in arrivo nelle isole della Grecia è calato del 90% ad aprile rispetto al mese precedente, segno che l'accordo tra Unione europea e Turchia sta dando risultati. Lo ha fatto sapere Frontex. Nel mese di aprile 2.700 persone sono arrivate in Grecia dalla Turchia, in gran parte da Siria, Pakistan, Afghanistan e Iraq. Di conseguenza, afferma l'agenzia, il numero degli arrivi in Italia è stato per la prima volta superiore a quello della Grecia dal giugno 2015: sono stati 8.370, in calo del 13% rispetto a marzo e di circa il 50% rispetto ad aprile 2015. I profughi giunti in Italia provengono soprattutto da Eritrea, Egitto e Nigeria. Nessun segno, precisa Frontex, che i migranti si stiano spostando sulla rotta verso l'Italia.

SBARCO AD AUGUSTA. E' arrivata in porto ad Augusta (Siracusa) nave Peluso della Guardia Costiera con a bordo 342 migranti soccorsi ieri nel Canale di Sicilia. I migranti sbarcati ad Augusta erano stipati su un barcone con altre 173 persone recuperate dalla nave 'Rio Segura' di Frontex. Non ci sarebbero siriani tra le 342 persone sbarcate ad Augusta. Lo sostiene l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim)

UNCHR: NO PREVALENZA SIRIANI. "Tra i migranti sbarcati ad Augusta ci sono persone di varie nazionalità, sicuramente egiziani e somali, ma non c'è una prevalenza di siriani come era stato segnalato all'inizio dalla guardia costiera". Così Carlotta Sami, portavoce Unhcr, commentando a LaPresse l'arrivo ad Augusta (Siracusa) della nave Peluso della Guardia Costiera con a bordo 342 migranti soccorsi ieri nel Canale di Sicilia. "Le operazioni di identificazione sono ancora in corso - precisa Sami -. C'è qualche siriano ma non si sa di preciso ancora quanti. Oggi, comunque arriveranno in Italia circa 1000 migranti nei porti di Palermo, Catania e Crotone, quindi è presto per trarre conclusioni. Quello che possiamo notare è un incremento dei minori non accompagnati. Presente ad Augusta anche qualche nucleo familiare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata