Migranti, fermato in Bulgaria camion con 119 siriani e iracheni

Sofia (Bulgaria), 29 dic. (LaPresse/EFE) - La polizia della Bulgaria ha fermato un camion con targa bulgara e guidato da un cittadino macedone, in cui si trovavano 119 presunti migranti siriani e iracheni entrati illegalmente nel Paese. Lo ha fatto sapere la procura di Sofia. Il mezzo è stato individuato a Pazardzik, a circa 80 chilometri dalla capitale. Secondo le indagini preliminari, proveniva da Istanbul. Il conducente ha spiegato di essere stato pagato 5mila euro per trasportare i profughi in Bulgaria, lasciandoli poi in un luogo prefissato. Sarà imputato per traffico di persone.

I profughi saranno invece alloggiati in centri per rifugiati, mentre è iniziato il processo di identificazione, perché nessuno di loro è in possesso di documenti di identità. Tra i migranti ci sono anche diversi minorenni. Per impedire l'accesso dalla Turchia a rifugiati e migranti, è stata costruita una barriera controllata 24 ore su 24 lunga circa 30 chilometri, che Sofia vuole allungare sino a 130 chilometri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata