Migranti, Croazia: Non permetteremo seconda via di ingresso dal Montenegro

Zagabria (Croazia), 29 set. (LaPresse/EFE) - La Croazia non permetterà l'apertura di una seconda via di ingresso per i migranti nel proprio territorio, perciò si sta preparando a rinforzare la presenza delle forze dell'ordine alla frontiera sud con il Montenegro. Lo ha annunciato nella notte il ministro dell'Interno croato Ranko Ostojic, affermando che "la Croazia non concederà due fronti di ingresso per i migranti. Il messaggio è: non entrate dal sud, sarete fatti tornare indietro da dove venite". I migranti che vogliono entrare in Croazia dovranno continuare a farlo dalla 'rotta nord', dalla Serbia, ha aggiunto il ministro.

Ieri i media croati hanno riportato che vicino a Dubrovnik, nel sud del Paese, sono in fase di completamento centri di accoglienza in previsione che la chiusura della frontiere fra Croazia e Ungheria crei un nuovo percorso di transito. Ostojic ha affermato che questi preparativi hanno effettivamente a che fare con l'arrivo di migranti nella zona, ma ha precisato che le installazioni in fase di preparazione non saranno destinate a ospitare i migranti, ma agli agenti di polizia incaricati di difendere la frontiera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata