Migranti, Bild denuncia: Ue ha abbandonato Grecia, 57mila bloccati
I processi di ricollocamento sono lenti e solo pochi rifugiati hanno lasciato il Paese

L'Unione europea sta lasciando da sola la Grecia per quanto riguarda gli aiuti promessi per affrontare la crisi dei rifugiati. È la denuncia del quotidiano tedesco Bild sulla base dei dati forniti dalla stessa Commissione europea.

Al momento, scrive la Bild, solo 66 dei 1.580 agenti di Frontex, l'Agenzia di controllo delle frontiere esterne dell'Ue, promessi ad Atene si trovano già nel Paese.

Inoltre, fino ad ora sono stati inviati in Grecia solo due dei 60 esperti in materia di rimpatrio dei richiedenti asilo, 92 dei 475 esperti in questioni di asilo concordato, e 61 dei 400 traduttori annunciati da Bruxelles. Dei 30 esperti legali su cui doveva contare la Grecia non è ancora arrivato nessuno.

Di conseguenza, denuncia il quotidiano tedesco, i processi di richieste di asilo avanzano molto lentamente e solo pochi rifugiati hanno potuto lasciare il Paese. Dopo l'entrata in vigore a marzo dell'accordo tra la Turchia e l'UE finora solo 849 rifugiati sono stati ricollocati in altri paesi europei e 468 rimandati in Turchia. Secondo la Bild, attualmente più di 57mila rifugiati sono bloccati in Grecia, 9.400 dei quali sulle isole.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata