Microspie in centro Oslo, polizia ai politici: telefoni forse spiati

Helsinki (Norvegia), 14 dic. (LaPresse/AP) - La polizia norvegese ha avvisato i politici del Paese del rischio che i loro telefoni cellulari siano spiati, dopo che diverse microspie sono state trovate nel centro di Oslo, anche in edifici del governo e in Parlamento. Siv Alsen, della polizia, ha dichiarato che l'autorità per la sicurezza nazionale ha dato il via a una indagine in proposito ma ha precisato di non poter fornire ulteriori informazioni. Lo spionaggio "è diffuso" in Norvegia da molti anni, ha detto Alsen, quindi la polizia ha messo in guardia i politici.

I suoi commenti seguono le notizie diffuse dai media a proposito di dispositivi illegali per intercettazioni e monitoraggio delle comunicazioni tramite telefoni cellulari, trovati in finte stazioni di telefonia mobile. Gli strumenti erano adatti a monitorare dati e chiamate e a tracciare i movimenti delle persone nella zona. Alcuni dispositivi erano così complessi da fare pensare siano stati probabilmente piazzati da governi, ha dichiarato Bjoern Rupp, della compagnia tedesca GSMK coinvolta nelle indagini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata