Mick Jagger in Messico contro Trump su muro confine
Il cantante dei Rolling Stones attacca il candidato repubblicano Usa

Anche Donald Trump è stato protagonista del concerto dei Rolling Stones a Città del Messico. Mick Jagger si è esibito anche con una serie di battute sul candidato alla nomination repubblicana alle presidenziali americane. I 60mila spettatori del Foro Sol, tappa del tour America Latina Olé, lo hanno infatti ascoltato fare ironicamente riferimento alle controverse proposte del magnate newyorkese, tra cui quella di espellere 11 milioni di immigrati senza documenti dagli Usa e di costruire un muro lungo il confine con il Messico per fermare il flusso di persone che entrano illegalmente nel Paese nordamericano. "La prossima settimana Roger Waters presenterà 'The Wall' al Foro Sol, con la partecipazione speciale di Donald Trump", ha detto citando l'album dei Pink Floyd, il cui titolo significa 'muro'. L'artista 72enne si è poi lasciato andare anche a degli scherzi, come quello in cui ha fatto riferimento all'allarme per l'inquinamento atmosferico a Città del Messico: "Che buon clima c'è qui, respiro sempre aria fresca", ha detto scatentando le risa del pubblico. Dopo i concerti nella capitale messicana, gli Stones chiuderanno il tour con uno spettacolo gratuito il 25 marzo all'Avana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata