Messico, arrestati 24 membri cartello del Golfo: confessano 48 omicidi

Monterrey (Messico), 10 nov. (LaPresse/AP) - Le autorità messicane hanno arrestato 24 presunti membri del cartello della droga del Golfo, tra cui sette persone che un tempo facevano parte del gruppo rivale di Los Zetas. Il portavoce della sicurezza di Stato di Nuevo Leon, Jorge Domene, spiega che i disertori hanno riferito agli investigatori di aver cambiato formazione di recente perché non venivano pagati da mesi. I sette lavoravano come sicari. I 24 detenuti, tra cui due ragazze adolescenti, hanno confessato di aver preso parte ad almeno 48 omicidi.

Los Zetas un tempo lavoravano per il cartello del Golfo, che controllava il traffico di droga lungo il confine nordorientale del Messico con il Texas. Ma i due gruppi si sono divisi nel 2010, frattura che ha portato a una escalation senza precedenti nella guerra della droga nella regione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata