Medioriente, testimoni: Ministro morto colpito alla testa con manganelli

Ramallah (Cisgiordania), 10 dic. (LaPresse/Xinhua) - Il ministro palestinese Ziad Abu Ain, morto a seguito di scontri avvenuti durante una protesta in Cisgiordania, è stato colpito alla testa da alcuni soldati israeliani, che hanno usato i loro elmetti e manganelli per aggredirlo. Lo affermano testimoni, secondo cui il ministro ha inoltre inalato i gas lacrimogeni sparati dai militari ed è svenuto. I medici hanno riferito che Abu Ain era privo di sensi quando è arrivato dell'ospedale di Ramallah e il suo cuore si è fermato nonostante i tentativi di rianimarlo.

Abu Ain era membro del consiglio rivoluzionario di al-Fatah e a settembre era stato nominato dal presidente palestinese Mahmoud Abbas a capo del comitato di resistenza al muro di separazione israeliano e alla costruzione in insediamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata