Medioriente, Netanyahu: Morti civili? Su sicurezza Israele no indugi

Washington (Usa), 27 lug. (LaPresse/AP) - Il sostegno mondiale a Israele potrebbe ridursi, per ogni civile palestinese che muore nella Striscia di Gaza, ma alla sicurezza dello Stato ebraico non è possibile soprassedere. Lo ha detto il premier israeliano Benjamin Netanyahu, parlando a 'Face the Nation' di Cbs. I palestinesi, ha aggiunto, usano "scudi umani" contro la campagna militare israeliana a Gaza. Gli sforzi del suo Paese per garantire la sicurezza non cederanno, ha precisato, di fronte alla crescente preoccupazione sulle morti tra i civili della Striscia. Israele, ha aggiunto, non prende di mira i civili ma Hamas vuole che i loro cadaveri si accumulino perché i media possano fotografarli e creare consenso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata