Medioriente, Netanyahu a Ue: Questione etichette ingiusta, danno a pace

Gerusalemme, 11 nov. (LaPresse/EFE) - "Questo è ingiusto. È una semplice distorsione della giustizia e della logica e credo che arrechi danno anche alla pace, non permette progressi al negoziato. La radice del conflitto non è nei territori né negli insediamenti. Abbiamo una memoria storica di cosa accadde quando l'Europa etichettò i prodotti ebraici". Lo ha dichiarato il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, riguardo la nuova direttiva dell'Ue sull'etichettatura delle merci realizzate nelle colonie ebraiche nei territori palestinesi occupati. "Queste misure sono discriminanti per natura - ha aggiunto in una nota - è intollerabile che Israele sia l'unico Paese preso di mira da questa politica, nonostante il fatto che esistono oltre 200 territori contesi nel mondo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata