Medioriente, morte ministro: condanne del governo Palestinese e di Hamas

Ramallah (Cisgiordania), 10 dic. (LaPresse/Xinhua) - "L'uccisione di Abu Ain è una continuazione dei reati israeliani contro il nostro popolo. Stiamo valutando seriamente cosa è successo, così come valutiamo seriamente tutte le violazioni commesse contro il nostro popolo. Useremo tutte le misure legali per difendere il nostro popolo". Lo ha detto Ihab Besseiso, portavoce del governo di unità palestinese, in riferimento alla morte del ministro Ziad Abu Ain a seguito di scontri con soldati israeliani durante una protesta in Cisgiordania.

Anche Hamas ha condannato l'uccisione del ministro Ziad Abu Ain, morto a seguito di scontri con soldati israeliani durante una protesta in Cisgiordania, ma al tempo stesso che fatto appello per mettere fine "a tutta la cooperazione di sicurezza con l'occupante". Il movimento islamico ha più volte criticato l'Autorità nazionale palestinese per cooperare con il governo israeliano in materia di sicurezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata