Medioriente, Lieberman: Destra radicale sfrutta disordini Gerusalemme

Gerusalemme, 6 nov. (LaPresse/AP) - Il ministro degli Esteri di Israele, Avigdor Lieberman, ha criticato i politici della destra più radicale affermando che stanno sfruttando le recenti tensioni a Gerusalemme e che sono "alla ricerca di titoletti di giornale". Lieberman ha parlato nel corso di un intervento a Israel Radio, in riferimento ad alcuni ultraconservatori nel partito del primo ministro Benjamin Netanyahu, il Likud. Questi stanno spingendo affinché il governo rimuova le restrizioni di accesso per gli ebrei alla Spianata delle moschee, luogo sacro sia per l'ebraismo sia per l'islam e al centro delle recenti violenze.

Il sito è il luogo di culto più sacro per gli ebrei, che lo chiamano Monte del Tempio; per i musulmani si tratta invece del terzo sito sacro più importante dopo La Mecca e Medina. Ieri un militante di Hamas si è lanciato con una monovolume su un gruppo di persone che aspettava un treno a Gerusalemme, provocando una vittima e 13 feriti, per poi venire ucciso. La moglie dell'uomo ha dichiarato che l'attentatore ha agito per la rabbia provata dopo gli scontri di poche ore prima fra la polizia israeliana e alcuni palestinesi alla Spianata delle moschee.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata