Medioriente, Kerry: Progressi reali, ma c'è ancora da fare

Ramallah (Cisgiordania), 30 giu. (LaPresse/AP) - Sui colloqui per la pace in Medioriente sono stati fatti "progressi reali" ma c'è ancora lavoro da fare. Lo ha detto il segretario di Stato americano, John Kerry, parlando co i giornalisti al termine di un incontro di due ore con il presidente palestinese Mahmoud Abbas a Ramallah, in Cisgiordania. Kerry ha detto che nei giorni scorsi ci sono state "discussioni positive" e "discussioni molto importanti" per la pace fra israeliani e palestinesi. Da giovedì il capo della diplomazia americana si trova in Medioriente e ha fatto la spola fra Gerusalemme, Amman e Ramallah, incontrando tre volte il premier di Israele, Benjamin Netanyahy, e tre volte Abbas, oltre che altri rappresentanti delle due parti.

L'incontro fra Kerry e Abbas si è tenuto nel palazzo presidenziale di Ramallah ed è cominciato poco dopo le 11 di stamattina. All'inizio i due hanno fatto cenno al 23enne palestinese che ha vinto la scorsa settimana Arab Idol, Mohammed Assaf, proveniente da un campo profughi di Gaza. Abbas ha definito la vittoria di Assaf un traguardo per tutt i palestinesi. "Ho sentito che ha guardato la televisione, ha guardato lo show", ha detto contento Kerry ad Abbas. "Ogni volta che ho potuto, è una gran cosa, è stato molto divertente guardare lo spettacolo e vedere tutti che stavano bene e uscivano a festeggiare", ha replicato il presidente palestinese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata