Medioriente, Hague: Parlato con Abbas e Lieberman, urge cessate fuoco

Londra (Regno Unito), 12 lug. (LaPresse) - Il segretario agli Esteri britannico, William Hague, fa sapere di avere parlato oggi con il presidente palestinese Mahmoud Abbas e con il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Liberman, necessità di un immediato cessate il fuoco nella Striscia di Gaza. Secondo quanto riporta una nota, Hague afferma di "avere sottolineato la necessità di immediati de-escalation e ripristino del cessate il fuoco del novembre 2012, la nostra grande preoccupazione per il numero di vittime civili e il bisogno che tutte le parti evitino il ferimento di altri civili o la perdita di vite innocenti". Spiega inoltre di aver detto a Liberman che "i continui attacchi con razzi da Gaza sono totalmente inaccettabili" e che "Israele ha il diritto di difendersi, ma il mondo intero vuole vedere una riduzione della tensione".

Nel colloquio con Abbas, riporta di avere detto "di accogliere con favore la richiesta di un cessate il fuoco concordato da entrambe le parti, chiedendogli di fare tutto il possibile per andare in questa direzione". Hague ricorda poi che è necessario ricordare la necessità di "progressi verso una pace permanente, basata su una soluzione a due Stati". "Entrambe le parti dovrebbero fare i passi necessari per una pace duratura e affrontare le cause del conflitto e dell'instabilità a Gaza", ha dichiarato ancora, sottolineando che il suo Paese è pronto a "fare tutto il possibile per sostenere questa causa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata