Maxi attacco hacker contro gruppo anti-spam: effetti a livello mondiale

Londra (Regno Unito), 27 mar. (LaPresse/AP) - Maxi attacco informatico contro il gruppo anti-spam Spamhaus, con effetti che secondo alcuni esperti si sono allargati attraverso la rete web in tutto il mondo. L'organizzazione con base a Londra e Ginevra ha fatto sapere di essere bersaglio da metà marzo di un massiccio attacco Denial of service, metodo che sovraccarica intenzionalmente i server con false richieste, sino a renderli inutilizzabili. Responsabili sarebbero alcuni gruppi che sono stati inseriti nelle blacklist con cui Spamhaus filtra il traffico internet, bloccando quello ritenuto spam. In un post pubblicato su un blog online, il gruppo CloudFare con base a San Francisco scrive che gli hacker avrebbero sfruttato la debolezza delle infrastrutture di internet per convogliare miliardi di bit di traffico al secondo su Spamhaus. Secondo Patrick Gilmore, della compagnia Akamai Technologies con sede in Massachusetts, gli effetti dell'attacco sarebbero stati percepiti da utenti internet in tutto il mondo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata