Marsiglia, trovati sei corpi sotto le macerie degli edifici crollati: "Uno è di Simona"

Secondo un gruppo Facebook la giovane italiana sarebbe morta. Fermate le ricerche: troppo pericoloso proseguire

"Si, l'hanno vista purtroppo. L'attesa dei genitori, della famiglia, degli amici è finita: Simona Carpignano detta Sorriso, è stata ritrovata senza vita sotto le macerie". Con un messaggio sul gruppo Facebook 'Italiani a Marsiglia' si spegne ogni speranza di ritrovare viva Simona, la giovane italiana data per dispersa lunedì dopo il crollo di tre vecchie palazzine nel centro di Marsiglia, in Francia.

Simona Carpignano, originaria di Taranto, si era trasferita a Marsiglia dopo un periodo a Parigi. Si era laureata in lingue e oltre al francese parlava bene anche cinese e arabo. Suonava  il basso e lavorava come interprete.

Intanto sono saliti a sei i corpi estratti dalle macerie: appartengono a quattro uomini e due donne. Tre sono stati identificati come inquilini del numero civico 65 di rue d'Aubagne, l'unico dei tre immobili crollati che era ufficialmente abitato al momento della tragedia, ha riferito il procuratore Xavier Tarabeux.

Le operazioni di ricerca sono state fermate a causa della fragilità di edifici vicini. Lo ha riferito La Provence, precisando che alle 17.30 è prevista una riunione in cui discutere con quale metodo procedere nei lavori e nella ricerca delle vittime senza mettere a rischio i soccorritori. Ore fa, scrive la testata, un grande blocco di un edificio è crollato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata