Marquez, le ceneri saranno disperse sia in Colombia che in Messico

Città del Messico (Messico), 20 apr. (LaPresse/AP) - Le ceneri di Gabriel Garcia Marquez saranno disperse sia in Colombia, suo Paese natale, che in Messico, dove ha vissuto gli ultimi trent'anni della sua vita. Lo ha annunciato Jose Gabriel Ortiz, l'ambiasciatore colombiano nel Paese centroamericano, dove il premio Nobel per la letteratura è mancato lo scorso 17 aprile. "In Messico naturalmente - ha detto l'ambasciatore - resterà almeno una parte delle ceneri. E' un omaggio che i colombiani offrono volentieri".

La famiglia ha scelto di salutarlo con una cerimonia privata e ha fatto sapere che il suo corpo sarà cremato. Il governo messicano ha annunciato per domani un momento pubblico di ricordo al Palazzo delle belle arti di Città del Messico. Anche il presidente colombiano e quello messicano, Juan Manuel Santos ed Enrique Pena Nieto, saranno presenti.

Garcia Marquez nacque ad Aracataca, una piccola città colombiana nella provincia di Magdalena, che lasciò all'età di nove anni e nella quale non fece mai rientro fino al 1982. A centinaia in questi giorni hanno visitato la casa della sua infanzia, trasformandola di fatto in un museo. In moltissimi hanno acceso candele.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata