Marocco, governo critica fine accordo con Ue su diritti pesca

Rabat (Marocco), 14 dic. (LaPresse/AP) - Il ministero degli Esteri marocchino ha condannato la decisione del Parlamento europeo di non estendere un accordo che permetteva a barche europee di pescare al largo delle coste marocchine. Il Parlamento ha votato oggi per sospendere il patto scaduto a febbraio perché considerato troppo caro per l'Ue e non abbastanza vantaggioso per gli stessi marocchini. Fino a febbraio, l'Europa versava ogni anno 36 milioni di euro al Marocco per il diritto di pesca, soprattutto al largo delle coste del Sahara Occidentale, area presa da Rabat nel 1975 e considerata parte integrante del suo territorio. Il ministero degli Esteri marocchino ha reso noto che la decisione potrebbe risultare in una rivalutazione dei rapporti con la stessa Ue.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata