Malta, una bara per i "diritti umani uccisi"
Un corteo funebre con tanto di bara, simbolo dei diritti umani uccisi: è la manifestazione davanti al tribunale de La Valletta. Qui, giovedì 23 agosto, si è tenuta la prima udienza per il processo al capitano della ong tedesca Lifeline Claus – Peter Reisch (che guida il corteo simbolico), accusato di aver soccorso migranti in mare lo scorso 27 luglio senza autorizzazione. Le accuse all’indirizzo del capitano e dell’imbarcazione riguardano anche la presunta mancata registrazione dell’imbarcazione. Accuse smentite dai documenti presentati in aula.