Mali, donna condannata a 95 frustate per un amore proibito

Timbuctù (Mali), 6 feb. (LaPresse/AP) - La storia d'amore tra una giovane donna e un uomo del Mali, che ha avuto inizio al telefono quando uno dei due ha sbagliato a comporre il numero, è quasi finita con la morte della coppia per mano degli estremisti islamici che hanno considerato la loro storia d'amore "haram", cioè proibita. La protagonista di questa vicenda è la 24enne Salaka Djicke, che ha vissuto una vita relativamente libera fino a che gli islamisti non hanno preso il controllo di Timbuctù. La ragazza è stata arrestata dalla polizia e trasferita nell'ala femminile del carcere cittadino. Per tre notti, con l'accusa di amore proibito, ha dormito sul pavimento di cemento. Il 3 gennaio l'hanno portata al tribunale islamico dove Salaka è stata condannata a 95 frustate. Solo pochi giorni prima il presidente francese Francois Hollande aveva approvato l'intervento militare in Mali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata