Malesia: Nessun segno di puntura sul corpo di Kim Jong-Nam
Sono ancora da definire le cause della morte

Non sono ancora chiare le cause della morte di Kim Jong Nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un, morto lunedì scorso a Kuala Lumpur, probabilmente avvelenato. Lo fanno sapere le autorità della Malesia. "Le cause della morte e l'identità sono ancora" da definire, spiega Noor Hisham Abdullah, direttore generale al ministero della Salute.
 I medici non hanno trovato segni di punture sul corpo. Anche per questo, la causa della morte deve essere ancora determinata. Noor Hisham bin Abdullah, del ministero della Salute malese, spiega che le impronte digitali e quelle dentali sono state inviate a un laboratorio per ulteriori analisi, al fine di determinare le cause del decesso, ma anche confermare in modo definitivo l'identità dell'uomo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata