Londra, scontri tra cortei antagonisti a 10 giorni da omicidio soldato

Londra (Regno Unito), 1 giu. (LaPresse/AP) - Tensioni tra dimostranti di estrema destra e antifascisti a Londra, nel corso dei cortei antagonisti organizzati a dieci giorni dal brutale omicidio del soldato Lee Rigby. La polizia è intervenuta fuori dal Parlamento, separando centinaia di militanti estremisti del Partito Nazionale Britannico da un gruppo molto più numeroso di antifascisti. Tra i due schieramenti sono volati insulti e ci sono stati occasionali tafferugli. La polizia britannica ha rilevato un aumento di azioni contro i musulmani da quando il soldato è stato ucciso in una strada della capitale il 22 maggio da due uomini che avevano abbracciato l'islam militante. La famiglia del militare ha fatto appello alla pace, dicendo che "Lee non vorrebbe che nessuno usasse il suo nome come scusa per attaccare altre persone". I due sospetti responsabili dell'omicidio, feriti dalla polizia, sono in custodia a seguito delle cure ospedaliere. Michael Adebowale, 22 anni, è stato incriminato per omicidio, mentre il 28enne Michael Adebolajo è sotto interrogatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata