Londra, italiana ammette di aver ucciso figlia di 2 mesi
Federica Boscolo-Gnolo, 32enne, era stata arrestata per omicidio nella capitale britannica lo scorso anno

Ha confessato davanti ai giudici britannici di aver ucciso la figlia di 2 mesi Federica Boscolo-Gnolo, l'italiana di 32anni arrestata a Londra lo scorso anno. La donna, originaria di Chioggia, ha ammesso di aver ucciso la piccola Farah tra il 23 e il 30 gennaio del 2015 durante un viaggio a Londra, ma ha negato l'intenzionalità, durante l'udienza nel tribunale Old Bailey. Il corpo della neonata non è mai stato ritrovato e secondo le autorità la donna se ne sarebbe disfatta nella zona di Russell Square, nel centro della capitale britannica, dopo averlo nascosto in una valigia.

Il procuratore Jonathan Higgs ha fatto sapere che sono state accolte le perizie psichiatriche che hanno messo in luce problemi mentali nella donna. La sentenza sarà pronunciata dopo l'8 aprile, mentre la 32enne è in custodia preventiva in un ospedale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata