Londra, intrusi a Buckingham Palace: arrestati 2 sospetti ladri

Londra (Regno Unito), 7 set. (LaPresse/AP) - Due uomini sono stati arrestati a Londra perché sospettati di un'intrusione a Buckingham Palace. Lo riferisce Scotland Yard, precisando che l'incidente risale a lunedì sera. Uno dei due uomini ha scavalcato la recinzione e si è introdotto nel palazzo reale, in un'area normalmente aperta ai visitatori durante il giorno, ed è stato arrestato perché sospettato di furto, sconfinamento e danni. Il secondo uomo, invece, è stato arrestato fuori da Buckingham Palace perché sospettato di essere coinvolto nella pianificazione del furto. Diverse parti del palazzo, composto in totale da 775 camere, sono solitamente aperte al pubblico durante l'estate. Fra queste le State Rooms, la galleria della regina, i Royal Mews e il giardino delle rose.

Si tratta di uno degli incidenti del genere più gravi dal 1982, quando Michael Fagan riuscì a introdursi nelle camere private della regina mentre lei era ancora a letto. In uno dei suoi incontri più surreali, Elisabetta II trascorse 10 minuti a chiacchierare con il ladro, prima di lanciare l'allarme quando lui le chiese una sigaretta. Lunedì invece un incontro dei sospetti ladri con i reali non sarebbe stato possibile: la regina si trova infatti nel castello di Balmoral, in Scozia, e la polizia ha spiegato che al momento dell'incidente nessun membro della famiglia reale era a Buckingham Palace.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata