Londra, auto contro barriere davanti al Parlamento: arrestato un uomo. "E' terrorismo"
Si indaga sul conducente, feriti alcuni passanti. Polizia e ambulanze sul posto, chiusa la stazione di Westminster

Torna la paura terrorismo a Londra. Un uomo, alla guida di un'auto (una Ford Fiesta grigia) ha travolto vari ciclisti e pedoni a pochi passi dal Parlamento di Westminster, prima di schiantarsi sulle barriere di sicurezza. Il bilancio è di tre persone ferite, due ricoverate di cui una in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. Erano le 8,37 di questa mattina. Il presunto terrorista è stato arrestato.

La polizia armata è arrivata nel giro di pochi minuti fuori dal Parlamento Gli agenti hanno circondato il veicolo, da cui è uscito un uomo di età compresa tra 20 e 30 anni, che è stato ammanettato e portato via. Scotland Yard ha poi fatto sapere che i fatti vengono "trattati come terrorismo" perché tutto porta in direzione di "un attacco deliberato", mentre non si conoscono le motivazioni e l'uomo non collabora.

Il capo dell'antiterrorismo Neil Basu ha precisato che il sospettato non era noto ai servizi di sicurezza, secondo i media si tratterebbe di un 29enne britannico nato all'estero. Nell'auto non c'erano altre persone né armi. Prima di scontrarsi con le barriere vicino all'ingresso della St. Stephen Hall, l'auto ha percorso la strada "ad alta velocità", hanno riferito testimoni. A terra, travolti dal veicolo, sono rimasti ciclisti e pedoni. La polizia ha poi precisato che tre persone sono rimaste ferite: una è stata curata sul posto, due sono state ricoverate in ospedale di cui un uomo poi dimesso e una donna trattenuta per ferite gravi, ma non in pericolo di vita.

La drammatica scena ha riportato alla memoria l'attacco sul ponte di Westminster del 27 marzo 2017, che spinse le autorità a installare barriere di cemento e acciaio intorno al Parlamento. Il 52enne Khalid Masood a bordo di un'auto aveva falciato la folla, uccidendo quattro persone prima di uccidere a coltellate un poliziotto disarmato. Venne poi fuori che si trattava di un cittadino britannico, musulmano radicalizzato in carcere e noto ai servizi che lo consideravano "una figura marginale". Il Regno Unito ha subito vari attacchi terroristici di recente: il 22 maggio 2017 alla Manchester Arena 22 persone sono state uccise da un kamikaze e il 19 giugno un uomo è morto quando un'auto ha travolto un gruppo di fedeli musulmani.

Il governo ha indetto per il pomeriggio una riunione del comitato d'emergenza Cobra, mentre la premier Theresa May, in viaggio all'estero ha elogiato il "coraggio formidabile" e la professionalità del personale di emergenza, avvertendo: "La minaccia terroristica verso il Regno Unito resta grave", bisogna "restare vigili, ma anche a stare uniti e vivere normalmente".

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha affermato che "tutti i londinesi, come me, condannano con fermezza tutti gli atti di terrorismo", "non saremo spaventati, intimiditi o divisi di nessun attacco terroristico". Tra i tanti messaggi di solidarietà internazionale, anche quello del presidente americano Donald Trump, che ha parlato dei terroristi come di "animali pazzi" che "devono essere trattati con durezza e forza".

 

 

La polizia ha fatto sapere che l'uomo, di età fra 25 e 30 anni, è stato arrestato sul posto dagli agenti intervenuti ed è stato portato in una stazione di polizia della zona Sud di Londra, dove resta in custodia.Nessun altro sospetto è stato identificato sinora o segnalato alla polizia. L'uomo non sta collaborando con le autorità, ha fatto sapere la polizia di Londra, con una dichiarazione del commissario Neil Basu.

Su Twitter sono state diffuse varie immagini in cui è stato fotografato al momento dell'arresto, ammanettato e tenuto per le braccia dagli agenti di polizia. Era alla guida di una Ford Fiesta di color grigio metallizzato, dove si trovava da solo e non era presente alcuna arma, si legge in una nota della Metropolitan Police.

Varie persone sono state ferite, nessuna è in pericolo di vita. Il Comando antiterrorismo della Met è a capo delle indagini. Le forze dell'ordine avvertono anche i cittadini che sarà dispiegato un numero aggiuntivo di agenti, sia armati che non armati, nelle strade di Londra. La stazione di Westminster al momento è chiusa in entrata e in uscita.

Trump - "Un altro attacco terroristico a Londra... Questi animali sono pazzi e devono essere trattati con durezza e forza". Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump subito dopo la notizia dell'attacco e del sospetto di terrorismo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata