Moria, l'incendio del centro di accoglienza rivive nei dipinti di una migrante afgana

Lida è riuscita a salvare i suoi pennelli dal rogo sull'isola di Lesbo

Una migrante afgana, Lida, sopravvissuta all'incendio del campo di accoglienza di Moria, sull'isola di Lesbo, ricorda il rogo che ha distrutto la struttura con i suoi dipinti. Le sue creazioni rievocano le fiamme che distrussero il campo: più di 12mila persone sono ora all'addiaccio dopo l'incendio. Lida ha perso tutti i suoi averi, riuscendo però a salvare i pennelli.