Libia, Interpol: mandato di arresto per Gheddafi, Saif e al-Senussi

Parigi (Francia), 9 set. (LaPresse/AP) - Interpol ha emesso un mandato di arresto internazionale per Muammar Gheddafi, il figlio Saif al-Islam e Abdullah al-Senussi, capo dei servizi segreti del regime del colonnello. L'Organizzazione internazionale della polizia criminale ha emanato le cosiddette 'red notice', provvedimento di allerta globale che permettere alla stessa Interpol di collaborare con le forze dell'ordine dei singoli Paesi nelle ricerche dei sospettati. Ieri il procuratore generale della Corte penale internazionale (Cpi), Luis Moreno-Ocampo, aveva chiesto all'Interpol di emanare la 'red notice' per Gheddafi, ricercato dalla stessa Cpi per crimini contro l'umanità. La polizia internazionale ha riferito che la decisione è stata comunicata a tutti i 188 Paesi membri e il suo segretario generale, Ronald Nobel, ha definito il mandato "uno strumento potente" per aiutare nella cattura. Nobel ha spiegato che la misura "limiterà in modo significativo l'abilità dei tre uomini di attraversare i confini internazionali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata